Sagra delle giuggiole ad Arquà Petrarca

La giuggiola è frutto simbolo del territorio dei Colli Euganei, ma c’è un borgo che ne ha fatto un vanto e anche una fiera: è Arquà Paetrarca, un piccolo comune veneto adagiato tra i Colli, in cui i giuggioli sono onnipresenti nei giardini, negli orti e nei campi.

Ad Arquà Petrarca  le giuggiole sono utilizzate per molti prodotti artigianali: marmellate, sciroppi, liquori e ricette locali. La Sagra della giuggiola si tiene ogni anno nel periodo della raccolta del frutto, tra fine settembre e inizio ottobre.

Arquà Petrarca, non solo giuggiole

Il tempo sembra essersi fermato ad Arquà Petrarca, un borgo medievale tra i più affascinanti e accoglienti dei Colli Euganei. Il suo nome deriva forse da Arquata montium, che significa “chiostra dei monti”, ma è anche il luogo in cui Francesco Petrarca, poeta medievale di fama inestinguibile, trascorse gli ultimi anni di vita.

Adagiato in uno dei luoghi più favorevoli dei Colli Euganei per il clima e la posizione la zona di Arquà Petrarca sembra fosse abitata fin dalla preistoria e numerosi scavi hanno rinvenuto resti romani risalenti all’età dell’imperatore Augusto.

La tradizione contadina è fortemente radicata e molte sono le sagre e feste che celebrano i prodotti di una terra fertile e particolarmente dolce, dalle mandorle, alle vigne, dall’olio alla lavanda fino alle erbe spontanee dei Colli.

La Sagra delle giuggiole di Arquà Petrarca

La Sagra delle giuggiole è uno degli eventi più importanti dei Colli Euganei, che attira migliaia di persone da tutta Italia. Ricette e prodotti tradizionali a base di giuggiole, tra bancarelle, negozi e curiosi abbinamenti sono un’attrattiva irresistibile.

Il prodotto più ricercato è senz’altro il famoso brodo di giuggiole”  la cui ricetta artigianale è un’esclusiva di Arquà Petrarca. I tipici negozi e i ristoranti  offrono la possibilità di degustare ed acquistare il “brodo di giuggiole” prodotto ad Arquà Petrarca, nell’atmosfera magica di un borgo medievale ricco di storia.